Il colore della Felicità

La desideriamo tutti. La felicità è la nostra meta ambita, quel sogno che ogni giorno rincorriamo. Eppure non è così irraggiungibile come crediamo. Ma sei proprio sicuro che si tratti di un sogno? La felicità è uno stato mentale, un equilibrio psicologico e un modo di vivere che trova il suo successo in un principio fondamentale: imparare a stare bene con noi stessi.

Il segreto per star bene con se stessi sta nel trovare un equilibrio interiore in tutti gli aspetti di Sé, portando armonia nel corpo, nella mente e nello spirito.

 

 

Tutto in noi è collegato, per cui l’equilibrio sul piano psicologico ed emotivo, ad esempio, ha ripercussioni anche sul corpo e su tutto il nostro essere. Infatti quando manca un equilibrio interiore viviamo momenti di disagio, difficoltà e dolore. Viceversa, se riusciamo a ristabilire l’equilibrio tra corpo, mente e spirito, riusciamo a vivere un ben-essere interiore e la nostra vita lo riflette.

Bisogna prendersi cura di sé, fisicamente, mentalmente e interiormente per ristabilire un equilibrio

La solitudine può essere una tremenda condanna o una meravigliosa conquista. (Bernardo Bertolucci)

Imparare a stare bene da soli è una delle più grandi battaglie della vita. Esistono diversi tipi di solitudine, quella voluta, quella indotta e poi, la peggiore, quella ricorrente nonostante la presenza di qualcuno nella propria vita. Ci si sente veramente soli quando quando si ha accanto qualcuno che non da valore al nostro tempo.

Nonostante i rumori quotidiani del mondo troppo spesso i nostri pensieri rimbombano nella mente facendo troppo rumore e, generalmente, quelli più ricorrenti, sono proprio i pensieri che ci fanno più male. Ed è allora che si tende a riempire i propri spai vuoti, con persone, situazioni, interessi e molto altro. Di tutto pur di non sentire ancora e ancora quel dolore. La sofferenza mentale è spesso paralizzante, perchè ti tocca proprio nella parte più intima di te. Affonda lentamente dentro noi stessi ancorando le proprie radici saldamente e – a tratti – ci impedisce di respirare.

Corrono come se avessero il fuoco sotto il sedere in cerca di qualcosa che non si trova.Si tratta fondamentalmente della paura di affrontare se stessi,si tratta fondamentalmente della paura di essere soli. (Charles Bukowski)

Chi rifugge la solitudine è generalmente una persona che soffre e quando una persona prova una morsa lancinante allo stomaco farebbe qualsiasi cosa per avere uno spiraglio di luce. Rimanere da soli con se stessi fa paura, perché costringe ad avere a che fare con le proprie paure, quelle più nascoste, quelle che cerchiamo ogni giorno di soffocare dentro noi stessi.

La solitudine è come una lente d’ingrandimento: se sei solo e stai bene stai benissimo, se sei solo e stai male stai malissimo. (Giacomo Leopardi)

Una persona che riesce a stare bene da sola è una persona che ha imparato a conoscersi e, soprattutto, ad accettarsi. Ha imparato ad affrontare i propri fantasmi del passato, a volersi bene anche senza una persona accanto. Occorre parecchia forza per riuscire ad amare la propria solitudine. Solo una persona che ha veramente toccato il fondo è in grado poi di assaporare veramente la solitudine, e quando la solitudine è diventata una compagnia fedele anziché una nemica si inizia a dare valore al proprio tempo. Non ci si circonda più di false presenze. Non si scende più a compromessi con se stessi. Non ci si rassegna ad una presenza altalenante che ci fa comunque sentire soli.

Pensavo che la cosa peggiore nella vita fosse restare solo. No, non lo è. Ho scoperto invece che la cosa peggiore nella vita è quella di finire con persone che ti fanno sentire veramente solo. (Robin Williams)

Amarti è una questione di apertura mentale e di atteggiamento positivo nei confronti di te stesso. Non paragonarti agli altri, ogni persona è un bellissimo e imprevedibile groviglio di caratteristiche uniche e distintive.

Guardati allo specchio con occhi meno severi e con atteggiamento più positivo: scoprirai pregi, attitudini e capacità che neppure pensavi di possedere. Abbi fiducia nei confronti di te stesso e ricorda, nessuno è perfetto.

Rintraccia le cause della tua infelicità. Qualcosa ti rende infelice. Di cosa si tratta? Ascoltati, leggi nella tua intimità, rintraccia le cause della tua infelicità e cambia il tuo atteggiamento. Se qualcosa non ti rende felice, è evidente che necessita di una rivoluzione. Il cambiamento e l’incerto ti spaventano? Guardali da un’altra prospettiva: il nuovo ti regalerà la serenità che aneli e che meriti.

 Accetta i tuoi errori e fai pace con il tuo passato. Qual è il vantaggio di provare un senso di colpa? L’autocritica deve sempre essere costruttiva, mai distruttiva. Accetta i tuoi errori, fai pace con il passato e non aver paura di sbagliare ancora.

Sii felice ed orgoglioso di quel che hai vissuto e va’ avanti con sicurezza. I momenti bui esistono per tutti, sono naturali e fisiologici, vedrai che superarli ti renderà ancor più forte e caparbio.

Sii grato per quel che possiedi, apprezza ciò che hai, chi sei, quel che fa per te chi ti sta vicino. Ammira la bellezza della natura, godi della vita e del suo tempo. La gratitudine ti renderà felice.

Investire in esperienze emozionanti e uniche, ti donerà un senso di profondo e intimo benessere che difficilmente dimenticherai. Investire il tuo tempo e il tuo denaro in esperienze di vita è un prezioso modo per stare bene con te stesso.

Stabilisci i tuoi obiettivi e impegnati per raggiungerli. La soddisfazione e il senso di realizzazione che ne deriveranno ti doneranno serenità e felicità.

Anche lo stress quotidiano e gli eccessivi impegni di ogni giorno possono essere la causa del tuo malessere. Riduci gli impegni, pensa di più a te stesso e agli altri, dedicati alla pratica di uno sport, coltiva un hobby, non trascurare parenti e amici. Queste piccole accortezze si riveleranno grandi per il tuo benessere.

Devi avere un posto che sia tuo e solo tuo, un luogo intimo dove rifuggiarti per meditare, decidere, riflettere, rilassarti, per stare da solo e scordare di tutte le fatiche, i doveri e le responsabilità di ogni giorno.

Dobbiamo imparare a stare bene anche da soli e non dipendere emotivamente dagli altri. La libertà individuale è importante, anche nelle relazioni di coppia. Infatti, stare bene con se stessi è la condizione per stare bene anche con gli altri, in qualsiasi tipo di rapporto. Non dipendere dagli altri significa amare in modo incondizionato, cioè amare senza aspettarsi nulla in cambio. E’ facile a dirsi, ma per riuscirci penso ci vuole tutta una vita, o forse più!

Le persone che attrai nella tua vita sono quelle che “vibrano” alla tua stessa frequenza, con le quali entri in risonanza e di cui “hai bisogno” in quel momento. Però nulla è per sempre, così anche le persone che entrano ed escono dalla nostra vita. Quando succede, puoi lasciare andare le persone o le situazioni che non possono più far parte della tua vita, senza sensi di colpa o sofferenze.

Quando tu cambi, anche le persone e le situazioni intorno a te cambiano. Lascia che sia così, non ti attaccare a nulla, né alle cose né alle persone. Va bene così, accettalo, fluisci.

Stimarsi e riuscire a comprendere che tutto è perfetto così com’è, è un grande salto in avanti per riuscire a star bene con se stessi.

Ciò che pensano gli altri non deve interessarti, l’importante è quello che tu pensi di te stesso. Non sentirti giudicato, piuttosto comprendi che vai bene così come sei!

Bisogna liberarsi dal senso di colpa che emerge quando cadiamo nei tranelli della mente. Anche se pensi di avere una colpa, puoi riuscire a perdonarti e sviluppare più amor proprio e una maggiore autostima, cercando di trascendere l’ego.

Abbandonare il giudizio sugli altri e su se stessi è fondamentale, giudicando non fai altro che lamentarti di qualcosa che, per te, non va bene. Prova ad accettare le cose che non puoi cambiare e concentrati sul tuo cambiamento interiore.

La gratitudine è uno dei modi migliori per accedere alla gioia e all’abbondanza nella nostra vita. Spesso siamo distratti da ciò che non ci piace nella nostra vita e non mettiamo attenzione sulle piccole (o grandi) cose per cui essere grati ogni giorno.

Quando sviluppiamo un senso di gratitudine profondo, la vita non fa nient’altro che proporci occasioni per cui essere ancor più grati. Prova a sperimentarlo nella tua vita. Quello che dai ti ritorna!

Riconnetterti con te stesso è un passo fondamentale per riprenderti il tuo potere, ma prima devi scoprire chi sei veramente e assumerti la responsabilità della tua vita.

Cerca di meditare per scoprire interiormente le parti più profonde di te, tutto ciò che cerchi sta dentro di te. Scopri la tua missione nella vita, quello scopo che ti fa sentire realizzato, felice, pieno di entusiasmo, in contatto profondo con la vita.

Riusciamo a dare il meglio di noi quando siamo ispirati, quando abbiamo questo fuocodentro che ci spinge in avanti.
Ma che cos’è questa forza che ci spinge? Non nasce forse dalla nostra parte più profonda, dalla nostra anima?

Trovare il sogno della propria anima e perseguirlo ci rende incredibilmente felici proprio perché stiamo facendo ciò che desideriamo davvero profondamente.

I nostri pensieri influenzano noi stessi e la realtà che ci circonda e questo legame è molto stretto, per cui potrai comprendere quanto sia importante riuscire a sviluppare un atteggiamento interiore positivo per influenzare positivamente la nostra vita.

Controllare la propria mente, invece di esserne schiavi, è importante. Come primo passo, dovresti comprendere che l’energia va dove metti l’attenzione, imparare a “spostare” l’attenzione da un pensiero ad un altro è il primo passo.

I pensieri positivi verranno da se man mano che lavorerai interiormente. Meno spazio darai alle tue paure, più ti abituerai a controllare la tua mente e a creare pensieri consapevoli, di una frequenza più elevata.
Sviluppa un modello di pensiero superiore, ma per farlo dovrai riconnetterti alla parte più autentica di te.

 

La mente, molto spesso, ci rende davvero schiavi e succubi di schemi e convinzioni dalle quali sarebbe bene liberarsi.
Riappropriarti del tuo potere ti permetterà di controllare la tua  mente e di agire con maggiore consapevolezza.

Cerca cosa ti rende davvero felice ed elimina le convinzioni che ti allontanano dal realizzare i tuoi sogni.
Spesso ciò che ci rende più felici è seguire le nostre passioni ed è ciò che viene dal profondo di noi ma potresti essere tu stesso a bloccarlo.

Se la mente fa resistenza, o sei “rinchiuso” in schemi e abitudini dalle quali vuoi liberarti, sviluppa una maggiore forza di volontà.
Inizia con piccoli passi. Attuare anche piccoli cambiamenti nella tua vita ti porterà grandi risultati.

Se tira il vento del cambiamento non costruire un muro, ma piuttosto un mulino a vento! – Proverbio Cinese

Cerca di trattare il tuo corpo nel migliore dei modi, partendo da un’alimentazione sana. Io personalmente, ti consiglio quella vegetariana o vegana e comunque l’uso di prodotti naturali e biologici per la tua alimentazione.

Se puoi pratica un po’ di movimento regolarmente e attività come lo Yoga che hanno beneficio sia sul corpo che sulla mente.
Oggi puoi praticare molte discipline olistiche e tecniche energetiche vibrazionali, che ti permettono di lavorare a livello più sottile per ristabilire l’equilibrio interiore.

Sicuramente potrai trovare molto utile anche la meditazione che è uno degli strumenti più semplici, ma allo stesso tempo più efficaci, per ritrovare te stesso e ottenere un equilibrio tra corpo, mente e spirito.

Come “ultimo” consiglio, ti direi che è sempre fondamentale l’Amore. Quindi amati e ama! …e  ricordati di passare del tempo con le persone a cui vuoi bene!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *